[Mi rimetto in forma] – Come fare attività fisica con costanza quando fa caldo | con Tatjana D’Alessandro

Amanti della stagione fredda e gente che soffre di pressione bassa, se in estate o in generale quando le temperature si alzano troppo non ce la fate neanche a respirare, questo è il post che fa per voi. I consigli che sto per darvi non sono niente di eclatante, ma da persona che odia l’estate e che si rintana in casa come Dracula durante le ore diurne, credo che possano tornare utili a chi vive le temperature alte, come me, cioè male. Infatti oggi vi lascio qualche suggerimento su come fare attività fisica con costanza quando fa caldo.

Attività fisica con il caldo

Come per il post precedente di questa rubrica, l’appuntamento è condiviso con Tatjana D’Alessandro, dell’omonimo blog. Questa volta Tatjana illustrerà quali sono per lei gli utensili utili in cucina per un’alimentazione sana. Quindi vi consiglio di passare sul suo blog a dare un’occhiata, anche perché lei è una ragazza super dolce. Ma adesso iniziamo!

Come vi dicevo, poco sopra, io l’estate la vivo male. Non ho mai sopportato il caldo, neanche quando ero una bambina o comunque più giovane e normopeso, figuriamoci ora che sono molto in sovrappeso. Una tortura in pratica. Detesto sudare e grondare da ogni poro possibile, mi sento fiacca, con le energie sotto ai piedi e chi più ne ha più ne metta. Come vi dicevo però nell’ultimo post della rubrica, è da gennaio che mi sto allenando più o meno costantemente. Non ho riscontrato grossi cambiamenti al livello di peso, ma per quanto riguarda il tono muscolare e l’umore sì. Stranamente, nonostante il caldo sto continuando a farlo e la cosa mi ha così sconvolta, che ho pensato di condividere con voi qualche piccolo consiglio per farlo.

Gli abiti giusti

Può sembrare una cavolata, ma non lo è. Chi pratica attività sportiva da tempo, sicuramente lo sa. Scegliere gli abiti giusti non vuol dire per forza dover spendere un capitale. Bastano pochi capi, ma buoni, tanto con il caldo si lavano e si asciugano in un batter d’occhio. Poi c’è Decathlon che offre una buona scelta per tutte le tasche e spesso propone delle promozioni e scontistiche interessanti. Ad esempio io ho fatto scorta delle T-shirt Domyos a mezza manica il cui prezzo si aggira su 5€.

Con capi giusti non intendo solo quelli con tessuto traspirante, tecnico ecc, ma anche il modello. Ad esempio anni fa Mr.L mi aveva regalato un pantaloncino largo in acetato, leggerissimo e freschissimo, diciamo simile a quelli dei calciatori. Il problema si poneva quando facevo attività fisica perché il pantaloncino nella parte interna saliva, facendomi sfregare l’interno coscia e, credetemi, non è per niente una bella cosa. O mi facevo irritare l’interno coscia o stavo ad abbassare in continuazione il pantaloncino.

Decathlon sportswear

Da lì, ho deciso che quel genere di roba non faceva per me e mi sono convertita ai leggins sportivi. In molti pensano che solo perché si è in sovappeso, non si debba indossare roba aderente come i leggins. Ecco io sono contraria a questa cosa per due motivi. Primo: vi state allenando, sudando e vi state prendendo cura di voi, quindi al diavolo gli altri. Secondo: se state comodi con un capo aderente invece che con uno largo, fregatevene doppiamente. Vi faccio un altro esempio, io odio allenarmi con maglie estremamente larghe, le trovo scomode e limitanti nei movimenti. Preferisco di gran lunga un capo più stretto come le magliettine che vi indicavo sopra. Si notano il seno abbondante e un po’ di pancetta, ma che mi frega, cerco solo di non stramazzare a terra mentre mi alleno.

Scegliere l’attività giusta

Non so nelle vostre zone, ma qui da me il 90% delle palestre chiude i battenti tra giugno e luglio per riaprire a settembre. Oltre a questo, diverse di queste non hanno aria condizionata o, se ce l’hanno, giustamente viene tenuta bassa per evitare che gli iscritti si ammalino. Questo è uno dei motivi che mi ha sempre spinta a non andare oltre metà giugno in palestra e quest’anno addirittura a non farmi iscrivere proprio. Se, però come me non rinunciate a tenervi in allenamento, potete scegliere di camminare a passo svelto (in casa o fuori), andare in bicicletta, correre, fare yoga (così non sudi come un dannato), nuotare…

Ad esempio per me la corsa è off limits sia perché non ci sono proprio portata (sì, non so correre, o meglio corro, ma corro malissimo e dopo 5 minuti sono da buttare), sia per una questione di peso che grava sulle articolazioni. L’ideale per me in estate sono lunghe passeggiate per strada, in montagna, in spiaggia, in acqua. La bicicletta e lo yoga li pratico anche, ma in maniera più discontinua. Il nuoto solo se vado al mare quindi ancora meno e comunque non ho una gran resistenza. Alla camminata in genere associo altri esercizi in casa, tipo squat, addominali, esercizi con la banda elastica per braccia e schiena. La zumba che tanto amo, per me da fine maggio in poi è letale con il caldo e la fiacchezza che mi ritrovo, quindi non la pratico.

L’ora e il luogo adatti

Qualche settimana fa, tornavo dal lavoro intorno alle 14, c’era un sole che spaccava i sassi, ma c’era qualche temerario che correva senza neppure il cappellino. Spero avesse almeno messo la protezione solare prima di uscire di casa. Questo è il tipico esempio che non dovete seguire anche se il caldo non lo patite come me. In questa stagione, esporsi al sole così durante le ora più calde della giornata è pericoloso! 

Io ho imparato ad allenarmi in camera mia al mattino, cercando di non andare mai oltre le 10. Oltre quell’ora, l’aria inizia a diventare troppo calda anche nella mia stanza che è una delle più fresche della casa. Se invece voglio fare un giro in bici o una passeggiata all’aperto, mi limito al mattino presto (non più tardi delle 7-7 e mezzo) o la sera dalle 20 in poi. Personalmente preferisco di gran lunga la sera, perché l’aria è molto più fresca e anche se si fa attività intensa non si crepa di caldo.

Attività fisica con il caldo

Anche il luogo è fondamentale. Se scegliete zone completamente cementificate e in cui il sole inizia ad essere presente già dalla mattina presto, uscire ad allenarvi alle 6-7 di mattina serve a ben poco. Meglio prediligere aree in cui c’è un minimo di verde perché le piante riescono a trattenere meglio l’umidità e le temperature risultano più miti. Questo vale anche per la sera.

Mangiare frutta e verdura e bere tanta acqua

Consiglio banale lo so, ma quando lo mettete in pratica poi vi accorgete che tanto banale non è. Io bevo sempre tanto durante tutto l’anno quindi per me non è un grande sforzo. Quello che mi pesa di più è mantenere un’alimentazione più sana e leggera visto che sono un’inguaribile golosa e spesso ho attacchi di fame nervosa (specie prima del ciclo).

Da un po’ di tempo ho eliminato la pasta (attenzione, non i carboidrati, solo la pasta) e la frutta a pranzo, perché ho notato che dopo mi si gonfiava molto l’addome. Mi sto invece concedendo grosse porzioni di verdura possibilmente fresca perché con il caldo proprio non ce la faccio. La frutta la mangio a colazione prima di allenarmi al posto dei biscotti e a cena dopo la portata principale. Questa cosa su di me funziona benissimo, perché non sto facendo alcuna dieta drastica (qualche sgarro me lo concedo anche io, anche più di uno non lo nascondo), ma mi sento molto più leggera e predisposta ad allenarmi. Ho anche perso circa 2Kg dall’inizio di giugno, quindi direi che va bene.

Non vi sto dicendo di fare come me, anzi! Se avete necessità di un nutrizionista, fatelo. Ma, se come me, avete capito quali possono essere i cibi che vi fanno sentire appesantiti e gonfi provate a limitarne il consumo introducendo più frutta e verdura e fate dei test per le intolleranze.

Frutta

La giusta motivazione

C’è chi dice che la motivazione debba venire prima, per essere costanti. Poi ci sono quelli che dicono che la motivazione arriva poi, vedendo i risultati. Io dico che la verità sta nel mezzo. In passato ad esempio la motivazione è stato il motivo scatenante. Avevo voglia di cambiare, di sentirmi meglio con me stessa e così via. Quest’anno la motivazione che mi spinge ad essere costante, è subentrata poi. Mi sono bastati due giorni di walk at home per notare che le caviglie non mi diventavano come due zamponi e sentire le gambe meno pesanti per decidere di continuare nonostante il caldo asfissiante.

Molti dicono che una buona salute dovrebbe spingerci e dovrebbe essere una buona motivazione. Concordo, ma sul lungo termine non è sufficiente e lo dico per esperienza. Io sono a rischio diabete per questioni ereditarie e la stessa cosa posso dire della pressione alta (che gioia eh!), ma ciò non mi ha mai portato ad essere costante “altrimenti divento ipertesa o diabetica”. Magari sono strana io, ma nel mio caso serve a poco. Altra motivazione che credo regga poco sia per piacere a qualcuno/a: dovete piacere in primis a voi stessi, poi vengono gli altri.

Attività fisica con il caldo


E questi erano i miei consigli per riuscire ad essere costanti con queste temperature. E voi che cosa fate per praticare attività fisica con costanza quando fa caldo? Lasciate stare del tutto gli allenamenti in estate? Fatemi sapere 😉

Vuoi rimanere aggiornato sui post e scoprire altro su me e quello che mi passa per la testa? Allora segui la pagina Facebook del blog oppure attiva le notifiche push 😉 Vi lascio anche la pagina Facebook diTatjana e la sua email (TatjanaDAlessandro@gmail.com) 😉

4 Risposte a “[Mi rimetto in forma] – Come fare attività fisica con costanza quando fa caldo | con Tatjana D’Alessandro”

  1. Adoro il tuo modo super ironico di scrivere! Io amo l’estate ma mi rendo conto che allenarsi diventa complicato, proprio qualche ora fa ero un bagno di sudore. Mi piace tantissimo la tua filosofia “e sti cazzi” del pensiero degli altri,la condivido super pienamente!!!!
    Hai dato tutti ottimi consigli, unico piccolo accorgimento è quello di evitare di abbinare i pasti principali con la frutta perchè nello stomaco con altro cibo fermenta e gonfia (me lo ha spiegato per bene la mia nutrizionista, per questo mi permetto di scriverlo anche qui!). La motivazione secondo me nasce nel desiderio di cambiare e nell’agire, che è la parte più difficile! Non esiste il momento giusto, esiste alzare le chiappe e fare!

    1. Ciao Tatjana 😀
      Grazie! Diciamo che in generale nella vita sono molto ironica ed autoironica, non tutti lo apprezzano o lo colgono, ma io continuo per la mia strada XD
      Guarda io ci sono arrivata negli ultimi anni a pensarla così, per il semplice fatto che tanto la gente avrà sempre modo di ridire: se sei magra “sei troppo magra”, se sei grassa “non ti vergogni con quegli abiti”, se sei bella “eh ma quello è il trucco”, quindi chi se ne frega.
      Figurati, ogni suggerimento e consiglio qui sono ben accetti purché espressi con educazione, proprio come hai fatto tu. Di essere di rado mangio frutta a cena, magari opto per un cetriolo o al massimo un po’ di anguria ultimamente, altrimenti mi limito alla colazione.
      Vero! Se aspettiamo che sia il momento giusto, non faremo mai nulla 😉

  2. Io ho l’iscrizione in piscina fino ad inizio Luglio, dopo non lo so sinceramente. Fare ginnastica in casa mi piace ma con il caldo non ce la faccio, l’unicare sarebbe continuare nuoto, magari con la libera balneazione sempre per mantenermi un po’ in movimento ed riprendere poi a settembre i corsi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.